Le marche dei mestieri


Massa Fermana

Massa Fermana

Con il romanico oratorio del Sacramento e un interessante Museo del Cappello che illustra la tradizionale industria locale, si raggiunge Massa Fermana (m 345, ab. 1000), che nella porta di S Antonio, uno dei meglio conservati esempi di porta urbica della provincia, testimonia l'esistenza di un trecentesco castello. Piccolo è il paese, ma preziose le opere d'arte che custodisce: nella parrocchiale dei Ss Lorenzo, Silvestro e Rufino sono custoditi un polittico*' di Carlo Crivelli. prima sua opera documentata nelle Marche (firmata e datata 1468) e una tavola di Vittore Crivelli. Opere di notevole pregio sono esposte anche nella piccola Pinacoteca civica allestita nel Palazzo comunale: tra di esse, una tavola di Vincenzo Pagani (Natività? e una Resurrezione di Giovanni Andrea De Magistris (1542).

Le prime notizie storiche risalgono al 1050.Sembra testimoniato che appartenessealla famiglia “di nobili” dei Brunforte. Massa Fermana nel 1252 il “castello” si diede volontariamente a Fermo che ne seguì le vicende fino all’unità d’Italia. Oggi Massa Fermana è tra i centri più importantidel distretto industriale del cappello.

Tra i luoghi di interesse sono da ricordare:
Porta Sant’Antonio,risale al XIV secolo,un tempo era l’accesso del paese.
Ex convento francescano “Frati di Massa”,ora in restauro.



Gallery allegata: Massa Fermana
 

Maestri di Massa Fermana



Go to top of page

Ultime foto gallery

Cagli

Cagli
(5 foto presenti nell'album)

Ancona

Ancona
(6 foto presenti nell'album)

Jesi

Jesi
(4 foto presenti nell'album)